Essere infelici sono capaci tutti. La felicità è…

Una volta mi è capitato di leggere le 7 abitudini degli infelici cronici.
Quelli che…:
  1. Ah, la vita è dura…
  2. Non mi fido di nessuno
  3. Questo non va, quello non mi piace
  4. Bestie nere: invidia e risentimento
  5. Devo avere tutto sotto controllo
  6. Il futuro mi preoccupa. Era meglio una volta
  7. Il miglior sport: spettegolare e parlar male degli altri
Leggendo questo, ho pensato alle volte che mi sono ritrovato in uno o più punti di questo elenco. Momenti difficili probabilmente, quando è più facile lamentarsi …che fare. Gli stessi in cui inizia a piovere ogni volta che non hai l’ombrello, in cui ogni cosa che afferri ti cade, si rovescia o ti macchia. Quelli in cui l’onda verde tra i semafori esiste solo per gli altri, mentre per te rimane sempre e solo una leggenda metropolitana.
In certi momenti niente è come sembra o abbiamo previsto, per cui il nostro stato d’animo viene condizionato dalla negatività che ciò comporta, affossando il punto di vista ottimale della situazione. O sarebbe meglio dire ottimista?
Per cui anche l’ascensore che devi prendere quando sei in ritardo è sempre all’ultimo piano mentre tu, sei al piano terra …e viceversa. La legge di Murphy diventa “uno stile di vita”.
Ma ogni cosa ha il suo contrario. Quando dunque si è felici o comunque soddisfatti di qualcosa o qualcuno, le stesse situazioni non sono così determinanti. E perché questo? Perché l’energia va, dove va la nostra attenzione. Stessi momenti …punti di vista diversi.
Se stai bene, ti concentri sulla vita e le cose da fare. Se non sei al top, metti l’attenzione sullo stato d’animo e le cose non funzionano.
Quando ti rendi conto che con l’atteggiamento puoi cambiare il mondo, quello attorno a te, cambia anche la tua vita e persino quella degli altri, che condividono la tua luce riflessa. La vita diventa ciò che desideri e l’onda verde tra i semafori una realtà da vivere… 😀 Beh, a dire il vero questa io la considero esclusivamente una gran botta di culo 😉. Certo, non come la 620milionesima del superenalotto ma poco ci manca. Mi è capitata pochi giorni fa in centro a Milano.
Ho imboccato una sequenza di 8 semafori uno di seguito l’altro senza mai rallentare. E’ stato emozionante, quasi quanto avere l’immortalità in Call of Duty. Fantastico.

IMG_1453

Gli spazi da riempire, da gestire e da vivere

Dentro di noi ci sono spazi da riempire e altri solo da gestire. Non tutto deve essere arbitrariamente controllato e non tutto deve essere necessariamente riempito solo perché, così facendo si pensa di riuscire a scrollarsi di dosso quel fastidioso senso di “vuoto” che invece, deve essere serenamente vissuto.

Mi sono reso conto che il vero spazio da riempire dunque è la mente, ovunque tu vada o viva, a piedi, in bici o in barca. Quello spazio di cui solo noi possiamo conoscere limiti e virtù, giorno dopo giorno. Uno spazio anche facile da depredare, quando si insinuano tutte quell’infinità di seghe mentali inenarrabili che si accumulano nel corso del tempo, che poi diventano misurabili e gestibili.
Con un po’ di orgoglio, amor proprio e un pizzico di coraggio, possiamo affrontare e riconoscere ciò che ci rappresenta al meglio. E’ l’impresa della vita ma si può fare, ognuno con il proprio tempo. Nel secolo scorso un certo Pirandello scriveva: “così è se vi pare”. Una grande verità per me.

C’è poi quell’altro spazio, quello dell’irrazionale, dell’imprevedbile, quello che va solo gestito: il cuore.
Uno spazio libero, che non può essere mai occupato, se non solo vissuto. Un proscenio di rappresentazioni incredibili, fatte di felicità e amore, gioia, dolore e tante fantasie, a volte improbabili, idealizzate da ciò che crea solo la mente. Uno spazio che non può essere ignorato, che gioca un ruolo fondamentale per la salute del nostro ben-essere.

IMG_2138

La felicità è… viaggiare leggeri.

Non esistono angoli nella nostra sfera emotiva, solo spazi, migliaia di punti di vista diversi, a volte impercettibili ma fondamentali. La grande avventura è scoprirne il più possibile durante il nostro viaggio, per capire che più punti di vista si scoprono, sempre meno spazi daremo al nostro mal-essere.

Viaggiare leggeri è questo.
L’essenza di ciò che permette alla nostra felicità, ai sogni e alla possibilità che diamo quindi al futuro di realizzarsi. Questo avviene circondandosi solo di cose davvero utili, persone in grado di ispirarci ma senza dare loro la responsabilità di renderci felici. Questo dipende solo ed unicamente da noi stessi. Un senso di responsabilità che gratifica, rendendoci davvero liberi di essere ciò che siamo.

Eliminiamo quindi le convinzioni che limitano questa libertà di essere (le famose seghe mentali), le relazioni tossiche e depotenzianti, che occupano spazio, quelle che ci succhiano energia vitale indispensabile per vivere il presente al 100%. Bisogna viaggiare, scoprire cose nuove, conoscere nuova gente, fare nuove esperienze e in ambienti diversi dal solito. Mettersi alla prova, perché è necessario cambiare spesso le nostre abitudini, per recuperare nuovo entusiasmo, per stupirci di ciò che siamo in grado di fare e che non sapevamo solo perchè non lo avevamo mai provato.

Così si nutre il sentimento che tutti quanti chiamiamo felicità, uno stato d’animo che indica esclusivamente il modo in cui si affronta la vita, pure l’ascensore all’ultimo piano, le chiavi cadute nella grata o la torta finita sul pavimento.

Perché la felicità è esclusivamente nel nostro modo di vivere il viaggio attraverso la vita, non la destinazione.

Questo l’augurio per il prossimo anno, per quello dopo e quello dopo ancora 😉

Buon vento 😀

Annunci

2 pensieri su “Essere infelici sono capaci tutti. La felicità è…

  1. Perfettamente in sintonia; come si usa dire occorre vedere sempre il bicchiere mezzo pieno. Poi, considerare i problemi che ti si presentano non tuoi ma di qualcun altro che riesce a risolverli al posto tuo. A me funziona. Buon anno

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...